cane-a-tavola-vtnaz

La gestione alimentare del cane

cane-a-tavola-vtnaz

Alcune semplici regole per un’ alimentazione corretta:
– commerciale o casalinga?
Le preparazioni industriali garantiscono il rispetto di tutti i fabbisogni specifici che caratterizzano le diverse fasce di età e i diversi stati fisiologici (accrescimento, gravidanza e allattamento, attività sportiva). Sul proprietario ricade quindi la sola responsabilità di scegliere una buona marca.
L’alimentazione casalinga invece necessita del supporto veterinario, in quanto è facile cadere in errore, provocando carenze importanti soprattutto di minerali e vitamine; a questo si aggiunge la necessità di prepararlo di frequente e fare molta attenzione alla conservazione. Non trascurabile è infine l’aspetto economico, in particolare il costo è maggiore nelle preparazioni casalinghe, in cui sono necessarie molte materie prime.
– quante volte alimentarlo?
Contrariamente a quanto consigliato in passato, è assolutamente sconsigliabile dare l’alimento in un unico pasto. Suddividere la razione aiuta a mantenere un corretto peso corporeo e riduce la possibilità che si sviluppi la dilatazione/torsione gastrica nelle razze di grossa taglia.
Se possibile è preferibile dare degli orari fissi, in quanto i cani sono abitudinari e in questo modo si educano a non chiedere cibo a tutte le ore.
Nei soggetti che fanno molta attività sportiva è meglio evitare di dare il pasto nelle tre ore precedenti.
– come cambiare alimento?
Il passaggio ad una nuova dieta deve avvenire in maniera graduale nell’arco di almeno 5 giorni, per ridurre la possibilità che si sviluppino disturbi gastrointestinali (che in genere sono comunque transitori e non gravi).
Si consiglia di ridurre progressivamente il vecchio alimento e aumentare il nuovo (80% vecchio e 20% nuovo, quindi 60% e 40% e così via).
Regole totalmente diverse riguardano lo svezzamento, che verrà trattato in un secondo momento.
Cominciamo con un esempio di dieta casalinga per cani in accrescimento a base di riso, merluzzo, pollo, carote.
Fate bollire il riso per almeno 20 minuti fino a renderlo morbidissimo, quindi scolatelo e sciacquatelo con acqua corrente.
Cuocete il pollo disossato sulla piastra o in pentola, senza abbrustolirlo. Cuocete il pesce al vapore e
grattugiate le carote. Miscelate tutti gli ingredienti aggiungendo olio e integratori.
Ecco qua le dosi per 1 kg di prodotto:

carne di pollo 450 g

merluzzo 100 g

riso 340 g

carote 40 g

olio di soia 45 g (5,5 cucchiai da minestra)

sale iodato 2 g (1/3 di cucchiaino da the)

sale dietetico novosal 4 g (2/3 di cucchiaino da thè)

farina d’ossa 12 g (2 cucchiaini da the)

gusci d’uovo essiccati 3 g (1/2 cucchiaino da thè)

Attivo tabs compresse 4 g (6 cpr).

Quantità giornaliera in base a peso ed età:

Peso (kg)   Mesi 1-3    Mesi 4-6    Mesi 7-12

2                     250             200                150

4                     410              330               250

6                    560               450               340

8                   690               560               420

10                 820               660                490

15                                       1110                900

20                                      1100                930

25                                     1030                 980

30                                     1500                1100

 

Buon appetito!