Iguana

Come portare in clinica un animale “esotico”

  1. Ricordatevi di portare sempre con voi il documento CITES (o fotocopia) se l’animale ne è in possesso
  2. Ricordatevi di portare il libretto vaccinale
  3. Ricordatevi di portare referti precedenti
  4. Ricordatevi di portare integratori, vitaminici e mangimi per verificare l’idoneità di somministrazione

Per i Rettili bisogna porre attenzione agli sbalzi di temperatura

Se si tratta di un Serpente:

  • Portare il paziente (se di piccole dimensioni) all’interno di un trasportino box

fauna-box-plano-boxplano_1_g

  • Durante la stagione fredda deve avere una fonte riscaldante (borsa dell’acqua calda o bottiglia ponendo attenzione che non rotoli, disco riscaldato nel microonde)
  • Mettere il box in una borsa tipo quelle per attività sportive o in uno scatolone meglio se di polistirolo espanso con adeguati fori di areazione
  • Se il serpente è di grosse dimensioni, meglio portarlo all’interno di una federa di cotone pulita e ben chiusa
  • Mettere quindi la federa ben chiusa all’interno di una borsa per attività sportive
  • Durante la stagione fredda deve avere una fonte riscaldante (borsa dell’acqua calda o bottiglia ponendo attenzione che non rotoli, disco riscaldato nel microonde)

imgres      borsa-acqua-calda-scaldino-scalda-letto-casa-elettrico-di-coccolo-scaldotto1_zpsfb0ffbf5     22802_pla_snugglesafe_heizkissen_f_r_haustiere_hs_310_8

  • Per animali più lunghi di 2,5-3 metri impiegare contenitori in materiale plastico facilmente richiudibili o di polistirolo espanso con adeguati fori di areazioni

000253271_FR_10185                                       011 (680x1024) (680x1024) (531x800)

  • Portare eventuali deiezioni il più possibile fresche
  • Portare se possibile foto della teca in cui sono alloggiati, le marche e le caratteristiche tecniche della strumentazione (lampade, faretti, riscaldatori, umidificatori…)
  • Non portarli liberi sulla mano

Se si tratta di Sauri (Lucertole, Iguane, Pogona, Gechi, Camaleonti, Tegu, Uromastix):

  • Portare il paziente (se di piccole dimensioni) all’interno di un trasportino box

images                              Trasportino

  • Durante la stagione fredda deve avere una fonte riscaldante (borsa dell’acqua calda, bottiglia ponendo attenzione che non rotoli, disco riscaldato nel microonde)
  • Mettere il box in una borsa tipo quelle per attività sportive o in uno scatolone meglio se di polistirolo espanso con adeguati fori di areazione
  • Per i soggetti di taglia grande utilizzare una borsa per attività sportive molto resistente e facilmente chiudibile
  • Durante la stagione fredda deve avere una fonte riscaldante (borsa dell’acqua calda, bottiglia ponendo attenzione che non rotoli, disco riscaldato nel microonde)
  • Per animali più lunghi di 2,5-3 metri impiegare contenitori in materiale plastico facilmente richiudibili
  • Portare eventuali deiezioni il più possibile fresche
  • Portare se possibile foto della teca in cui sono alloggiati, le marche e le caratteristiche tecniche della strumentazione (lampade, faretti, riscaldatori, umidificatori…)
  • Non portarli liberi sulla mano

Se si tratta di Tartarughe d’acqua:

  • Portare il paziente (se di piccole dimensioni) all’interno di un trasportino box mettendo sul fondo un asciugamano umido caldo se si tratta della stagione fredda
  • Durante la stagione fredda deve avere una fonte riscaldante (borsa dell’acqua calda, bottiglia ponendo attenzione che non rotoli, disco riscaldato nel microonde) posta sotto l’asciugamano umido
  • Mettere il box in una borsa tipo quelle per attività sportive o in uno scatolone meglio se di polistirolo espanso con adeguati fori di areazione
  • Portare eventuali deiezioni il più possibile fresche
  • Portare se possibile foto della teca in cui sono alloggiati, le marche e le caratteristiche tecniche della strumentazione (lampade, faretti, riscaldatori, umidificatori…)

Se si tratta di Tartarughe terrestri:

  • Un semplice scatolone di cartone, scatola di scarpe o di plastica con opportuni fori di aereazione sono sufficienti.
  • Il trasporto nella stagione fredda va effettuato al caldo dato che si presume che il rettile faccia la visita per cattive condizioni di salute e quindi il caldo è imprescindibile. Inoltre in un rettile caldo è più semplice effettuare un prelievo di sangue o inserire un catetere se fosse necessario.

Se si tratta di Uccelli:

  • Togliere l’acqua dai beverini
  • Se la gabbia non è troppo grande portarla così com’è, badando di pulirla il giorno prima della visita e non qualche ora prima, così sono facilmente visibili ed esaminabili le deiezioni
  • Coprire la gabbia con un telo scuro e pesante in modo da non stressare i pennuti ed evitare loro colpi d’aria
  • Se di grosse dimensioni (es. Pappagalli) portarli all’interno di un trasportino per gatti, meglio se di plastica e con all’interno un trespolo orizzontale in legno sufficientemente grande per una corretta presa. Ovviamente togliere l’acqua dai beverini

gab

  • Lasciare le deiezioni sul fono per poterle vedere ed analizzare
  • Non portarli liberi sulla spalla o sulla mano

Se si tratta di Conigli e Cavie:

  • Togliere l’acqua dai beverini

acqus

  • Se la gabbia non è troppo grande, portarla così com’è, badando di pulirla mezza giornata prima della visita e non qualche ora prima, così sono facilmente visibili ed esaminabili le deiezioni
  • Lasciare tutto l’arredamento in sede in modo che si possa verificare se qualche elemento è inadatto
  • Lasciare il cibo e il fieno che si somministra normalmente
  • Non portarli liberi in braccio

Se si tratta di Piccoli roditori (Criceti, Gerbilli, Topi, Ratti, Tamia, Petauro dello Zucchero e altri scoiattoli):

  • Togliere l’acqua dai beverini
  • Se la gabbia non è troppo grande, portarla così com’è, badando di pulirla mezza giornata prima della visita e non qualche ora prima, così sono facilmente visibili ed esaminabili le deiezioni
  • Se non è trasportabile utilizzare dei trasportini box in cui gli animali andranno inseriti qualche ora prima per permettere che lascino qualche deiezione, altrimenti procurarle dalla gabbia di origine e portarle alla visita
  • Lasciare tutto l’arredamento in sede in modo che si possa verificare se qualche elemento è inadatto
  • Lasciare il cibo e il fieno che si somministra normalmente
  • Non portarli liberi sulla spalla o sulla mano

Se si tratta di Cani della Prateria:

  • Togliere l’acqua dai beverini
  • Se la gabbia non è troppo grande, portarla così com’è, badando di pulirla mezza giornata prima della visita e non qualche ora prima, così sono facilmente visibili ed esaminabili le deiezioni
  • Se troppo grande utilizzare trasportini per gatti meglio se di plastica con all’interno il fieno e il cibo che normalmente si utilizza, inserire l’animale qualche ora prima per permettere che lasci qualche deiezione, altrimenti procurarle dalla gabbia di origine e portarle alla visita
  • Coprire il trasportino con un telo scuro e pesante in modo da evitare stress
  • Non portarli liberi in braccio

Se si tratta di Mustelidi (Furetti e Moffette):

  • Utilizzare i trasportini per gatti
  • Togliere l’acqua dai beverini
  • E’ gradita dall’animale la presenza di un pile, amaca o altro tessuto che gli consenta di nascondersi

 

Amaca 1                   Amaca 2

  • Portare con se un campione del cibo abituale